cucciola miglior fabbro

ALIMENTAZIONE

Il Pastore Maremmano Abruzzese è un cane che non ha grosse pretese alimentari. Un tempo il loro regime alimentare era molto scarso e questo ha temprato fortemente le sue caratteristiche. Il fabbisogno alimentare è leggermente variabile da individuo ad individuo e mediamente per un soggetto adulto si aggira intorno ai 600 gr di mangime al giorno. Chiaramente la quantità di cibo necessaria varia anche per altri fattori.
Un cane che lavora ha bisogno di una quantità di cibo maggiore viceversa un cane che svolge una vita sedentaria deve ricevere una quantità di cibo inferiore.
Certamente è più pericoloso un eccesso di alimenti di una scarsa alimentazione, infatti, anatomicamente il loro apparato digestivo è molto corto e spesso una razione troppo ricca potrebbe dar luogo a problemi come la torsione dello stomaco, una patologia che colpisce i cani di grossa taglia e che spesso è causa di morte.
Per evitare che il cane possa avere di questi problemi occorrerà, quindi, suddividere la razione giornaliera in più pasti (almeno due) in modo da evitare che il cane possa avere una razione troppo grande.
Per una corretta crescita del nostro Pastore Maremmano Abruzzese l’alimentazione deve essere bilanciata in relazione al periodo di crescita del cane. Alimentare correttamente un cane nelle prime fasi della crescita è indispensabile per avere un normale sviluppo muscolo-scheletrico.
Per i cani giovani (fino ai 15 mesi) oltre all’eccesso di calcio è assai dannoso l’eccesso di proteine, di grassi, queste sostanze infatti ispessiscono le cartilagini di accrescimento e ciò favorisce le microfratture.
Un eccesso di calcio causa la calcificazione delle cartilagini di accrescimento e quindi blocca, anziché favorire, la crescita e lo sviluppo del cane.
È senza dubbio preferibile una piccola restrizione calorica nell’animale in crescita piuttosto che un’iperalimentazione.
È stato verificato che una lieve restrizione alimentare ed una dieta bilanciata non compromettono il raggiungimento della taglia desiderata, anzi permettono anche di superarla.
Mentre una alimentazione eccessiva con integratori di minerali e vitamine contribuirà ad un aumento delle cellule adipose, favorendo l’obesità e soprattutto aumenterà la velocità di crescita, evento incompatibile con un corretto sviluppo muscolo-scheletrico. Salvo che in particolari situazioni patologiche, non dovrebbe essere mai aggiunta ad un alimento bilanciato un’integrazione di vitamine e minerali.
Essendo un cane di taglia grande la sua crescita deve essere lenta ma costante, l’alimentazione deve essere bilanciata e sicuramente un mangime di alta qualità può soddisfare le sue richieste.
Per quanto riguarda la dieta preparata con alimenti freschi, c’è il pericolo di non utilizzare in modo equilibrato le sostanze e dunque somministrare al cane un alimento non adeguato per la crescita e mantenimento del proprio cane.
Dunque per una corretta alimentazione del cucciolo bisogna somministrare del cibo altamente digeribile e nutriente, mantenere il cane snello senza eccedere nei quantitativi di cibo, mantenere il cucciolo in esercizio psicofisico e non aggiungere integratori e minerali nelle diete bilanciate senza giustificazioni. Il cane adulto non ha particolari problemi alimentari.
Il Pastore Maremmano Abruzzese pur essendo un cane di taglia grande non mangia molto visto il suo metabolismo molto basso. Anche se può sembrare scontato o di secondaria importanza è invece molto importante ricordare che il cane ha un fabbisogno quotidiano di acqua superiore rispetto a quello che può avere di cibo e che l’acqua svolge diversi compiti fondamentali, necessari alla sopravvivenza e al corretto funzionamento dell’organismo.
In alcuni periodi, il cane necessita di una quantità di acqua maggiore che in altri, soprattutto nel periodo estivo, in quello di allattamento per le femmine e nei primi mesi di vita dei cuccioli.
La ciotola dell’acqua, sempre piena di acqua fresca ma non gelida, deve essere risciacquata accuratamente, ma è necessario fare attenzione che non rimangano residui di detergenti impiegati per la pulizia.
L’igiene ha la stessa importanza dell’alimentazione: un mantello trascurato può diventare un piacevole habitat per i parassiti che possono portare delle malattie gravi. Con molta attenzione bisogna seguire il ciclo dei vaccini del nostro cane e controllare regolarmente la possibile presenza di parassiti interni ed esterni.
Se seguiamo questi fattori, alimentazione, igiene ed esercizio fisico, il nostro cane diventerà un soggetto sano e sereno.

Lascia un commento